Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier olandese, Mark Rutte, ha sollecitato oggi il presidente russo, Vladimir Putin, ad "assumersi le sue responsabilità" per facilitare l'accesso al sito in cui sono i resti del Boeing malese decollato da Amsterdam e abbattuto sui cieli dell'Ucraina orientale con un bilancio di 298 morti, molti dei quali cittadini olandesi. Lo ha detto lo stesso Rutte ai media.

Rutte ha parlato di una telefonata "molto intensa" col leader del Cremlino. "L'Olanda e il mondo si assicureranno che egli faccia ciò che deve", ha insistito.

Frattanto, stando al segretario alla Difesa americano, Chuck Hagel, la Russia è più isolata che mai dopo l'incidente aereo in Ucraina. Per Hagel, Mosca è rimasta con pochi amici. "La Russia continua a isolarsi dal mondo. Questo è un incidente internazionale", ha incalzato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS