Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sull'aereo della Malaysia Airlines precipitato ieri in Ucraina c'erano 298 persone e per 41 di queste la compagnia aerea ancora non fornisce la nazionalità. È quanto emerge dai dati sulla lista delle persone a bordo, resi noti a Kuala Lumpur e riportati dalla Cnn online.

Il gruppo più numeroso è quello dei 154 olandesi seguiti da 43 malaysiani - tra cui i 15 membri di equipaggio -, 27 australiani, 12 indonesiani, 9 britannici, 4 tedeschi, 4 belgi, 3 filippini e un canadese.

Inoltre ieri indiscrezioni di fonte Usa parlavano di 23 americani a bordo, la cui presenza però non è stata confermata ufficialmente. Secondo il quotidiano "De Telegraaf" gli olandesi a bordo sarebbero invece stati 173. Continua a non esserci notizia sulla possibilità che sull'aereo si trovassero degli svizzeri.

Intanto il primo ministro ucraino, Arseni Iatseniuk, accusando i russi di aver commesso un "crimine internazionale", ha affermato che i responsabili dell'abbattimento del Boeing devono essere giudicati alla Corte penale internazionale dell'Aja.

Da parte sua il ministro dei trasporti malese, Liow Tiong Lai, ha definito la tragedia "un oltraggio alla decenza umana", se sarà confermato che la causa dell'incidente è l'abbattimento da parte di un missile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS