Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo dieci giorni senza risultati, la Francia ha deciso di sospendere le ricerche di nuovi rottami che potrebbero appartenere al volo della Malaysia Airlines MH370 nelle acque e sulle spiagge dell'isola della Réunion.

Lo ha annunciato il prefetto, Dominique Sorain, in una nota citata dai media transalpini. Le ricerche aeree su un'area di circa 10mila chilometri quadrati, ha spiegato, "non hanno permesso di identificare alcun elemento suscettibile di avere legami con un velivolo", quindi "il dispositivo evolverà verso uno stato di attenta vigilanza", ma senza più sorvoli o pattugliamenti ad hoc.

A fine luglio, sulle spiagge della località di Saint-André, a nordest della Reunion, era stato ritrovato un frammento di ala appartenente a un Boeing 777. Secondo il governo malese, si tratta di un pezzo del volo MH370, scomparso nel marzo 2014 con 239 persone a bordo, mentre viaggiava tra Kuala Lumpur e Pechino.

Gli inquirenti francesi non hanno però confermato l'informazione, sostenendo che pur essendo "altamente probabile" deve essere convalidata da ulteriori analisi.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS