Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le agenzie turistiche svizzere continuano a offrire viaggi verso la destinazione balneare egiziana di Sharm el Sheikh, malgrado il disastro aereo avvenuto nei cieli del Sinai sul quale si allunga l'ombra di un attentato.

La decisione si basa sulle raccomandazioni del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), che almeno per ora non prevedono restrizioni. Kuoni e Hotelpan non hanno nemmeno in programma di rimpatriare i loro clienti, circa 170, che si trovano sul posto. I viaggi verso Sharm el Sheikh verranno annullati solo se il DFAE dovesse formulare indicazioni in questo senso.

Edelweiss Air ha confermato che il volo settimanale del venerdì verso la destinazione balneare egiziana è mantenuto: in Egitto la compagnia aerea accrescerà comunque le misure di sicurezza.

I consigli del DFAE rimangono intanto immutati: "nel Sinai i viaggiatori devono essere coscienti che il rischio di atti terroristici non può essere escluso, nemmeno nei centri balneari e nemmeno lungo le vie di accesso alle stazioni balneari del sud del Sinai".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS