Navigation

Aeroporto Berna-Belp attira ben pochi turisti, dicono albergatori

Il grounding di SkyWork aveva interessato anche Belp. KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 gennaio 2020 - 16:04
(Keystone-ATS)

L'aeroporto di Berna-Belp porta ben pochi turisti nella regione ed è tutt'altro che esistenziale per gli albergatori: è questa, in estrema sintesi, la conclusione cui giunge un'inchiesta del quotidiano Der Bund.

L'indagine è stata realizzata per cercare di capire i futuri scenari di uno scalo che - come quello di Lugano - si trova in profonda difficoltà.

Il giornale ha interrogato 180 hotel nei principali centri turistici del cantone e oltre una cinquantina hanno risposto: dappertutto si fa sapere che l'aeroporto ha portato pochissimi ospiti. L'indagine conferma quanto aveva già affermato il presidente dell'ente turistico Bern Welcome Marcel Brülhart, secondo cui Belp è da considerarsi un "aeroporto outgoing", usato cioè soprattutto dai bernesi per andare in vacanza altrove.

Stando agli albergatori la gran parte dei turisti arriva in auto o con il treno. Assai più importante che uno scalo aereo è quindi il collegamento diretto ICE Berlino-Interlaken. Molti vorrebbero inoltre linee ferroviarie altrettanto dirette con Parigi. Importanti vengono considerati i convogli diretti fra la "capitale" dell'Oberland bernese e l'aeroporto di Zurigo, che dovrebbero cominciare a circolare nel 2023. Addirittura l'aeroporto di Milano Malpensa viene considerato più significativo di quello di Belp.

Berna non rappresenta un terreno facile per i vettori aerei, che negli ultimi decenni hanno vissuto diversi insuccessi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.