Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A causa di un elicottero-ambulanza del TCS che si è avvicinato alla pista senza preavviso, un Jumbolino di Swiss si è visto costretto ad interrompere l'atterraggio e a riprendere quota: è accaduto martedì poco prima di mezzogiorno all'aeroporto di Zurigo.

Non si è trattato di un contrattempo pericoloso, ha detto oggi all'ats il portavoce di Skyguide, Vladi Barrosa, confermando una notizia del "Tages-Anzeiger". Gli uomini del controllo aereo si sono accorti dell'elicottero che si è avvicinato troppo alla pista e alle 11.46 hanno ordinato al velivolo che stava atterrando di rialzarsi.

Il TCS ha indicato in una nota che si è trattato di un elicottero che presta servizio di ambulanza alpina, la cosiddetta Alpine Air Ambulance (AAA). L'aeromobile stava trasportando un paziente e si è visto costretto ad avvicinarsi all'aeroporto a causa delle cattive condizioni meteo.

Il Servizio d'inchiesta svizzero sugli infortuni (SISI) è stato informato del caso, ma non è ancora chiaro se sarà aperta un'inchiesta, ha detto un portavoce. Della vicenda si occuperà in ogni caso l'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC), ha aggiunto il portavoce, precisando che il pilota dell'elicottero rischia una multa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS