Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tasso ipotecario di riferimento nei contratti di locazione, che serve a calcolare le pigioni in tutta la Svizzera, rimane al 2,25%. Lo indica in un comunicato odierno l'Ufficio federale delle abitazioni (UFAB).

Il tasso d'interesse di riferimento è basato su un tasso d'interesse medio dei crediti ipotecari svizzeri, ponderato secondo il volume dei crediti, ed è oggetto di rilevamento ogni tre mesi. Rispetto al trimestre precedente, afferma l'UFAB, il tasso è rimasto invariato: "dall'ultima pubblicazione non sussiste perciò il diritto ad aumenti o a diminuzioni della pigione".

Dal 10 settembre 2008 in tutta la Svizzera il tasso ipotecario di riferimento per la determinazione delle pigioni è stato unificato e ha sostituito quello precedentemente determinante nei singoli Cantoni per le ipoteche a tasso variabile.

Benché negli ultimi quattro anni il tasso di riferimento sia calato dal 3,5 al 2,25%, soltanto una parte dei locatari si è visto ridurre di conseguenza l'affitto, fa sapere l'Associazione svizzera degli inquilini (ASI), che invita gli interessati ad essere più attivi e a richiedere la riduzione. Da parte sua, l'Associazione svizzera dei proprietari fondiari (HEV) raccomanda ai suoi membri un riesame dei contratti di locazione in modo da applicare il tasso d'interesse del 2,25%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS