Navigation

Affitti in calo in settembre, ma non in Ticino

In settembre gli affitti sono calati leggermente a livello svizzero. Immagine d'archivio. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 ottobre 2020 - 11:02
(Keystone-ATS)

In settembre le persone alla ricerca di un nuovo appartamento hanno beneficiato di affitti leggermente più bassi, ma non in Ticino.

Nel corso del mese che si è appena concluso, gli affitti sono scesi in media dello 0,3%, si legge nello Swiss Real Estate Offer Index, realizzato da ImmoScout24 e dall'azienda CIFI.

I cali si registrano soprattutto nella regione lemanica (-0,5%), nel Mittelland (-0,5%) e nella Svizzera centrale (-0,2%). Le disparità regionali sono notevoli e in Ticino si segnala un incremento dell'1,6%, nella grande regione di Zurigo dello 0,8% e nel nord ovest dello 0,3%.

Nei luoghi in cui si è verificata una contrazione, la tendenza è dovuta in particolare all'aumento dei beni vacanti. La situazione resta testa nelle grandi città come Ginevra e Basilea, che registrano dal canto loro un calo degli immobili sfitti.

In caso di acquisto, invece, si segnalano aumenti di prezzi, che raggiungono lo 0,7% per le case e l'1% per gli appartamenti. Su 12 mesi l'incremento è rispettivamente del 4,7% e del 4,5%.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.