Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono cominciate alle 7 (le 4,30 svizzere) le votazioni in Afghanistan per il ballottaggio da cui emergerà chi, fra gli ex ministri Abdullah Abdullah e Ashraf Ghani, succederà al presidente Hamid Karzai. Gli afghani potranno votare fino alle 16 (le 13,30 svizzere), ma tutti coloro che a quell'ora si troveranno in fila ai seggi potranno esercitare il loro diritto.

Intanto a metà giornata dall'apertura dei seggi in Afghanistan i talebani hanno annunciato di aver "sferrato 246 attacchi in tutto il paese" e secondo un calcolo provvisorio realizzato sulla base di quanto reso noto dai media afghani, le vittime civili sarebbero almeno una ventina nell'est e nel sud del paese, fra cui 5 bambini nella provincia di Khost.

In un comunicato dell'Emirato islamico dell'Afghanistan diffuso dai talebani a metà giornata, si assicura che a partire dalle 7, ora di apertura dei seggi, i militanti hanno sferrato "246 attacchi in tutto il Paese".

Nella loro pagina in Internet, gli insorti però sottolineano solo una operazione suicida realizzata vicino alla Porta di Kabul a Kandahar City, capoluogo della omonima provincia.

Nessuna delle azioni di disturbo delle operazioni di voto ad opera dei talebani afghani nel giorno in cui si svolge il ballottaggio per designare il successore del presidente Hamid Karzai è stata tale da danneggiare seriamente il processo elettorale.

Per quanto riguarda la violenza politica, invece, l'agenzia Pajhwok segnala che sostenitori di uno dei candidati del ballottaggio, Abdullah Abdullah, hanno sparato a Jalalabad, nell'est dell'Afghanistan, contro un gruppo di militanti dell'altro candidato, Ashraf Ghani Ahmadzai, uccidendone tre e ferendone vari altri

SDA-ATS