Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'attacco sferrato ieri per ore dai talebani ad una base del contingente polacco della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf) nella provincia afghana di Ghazni ha avuto un bilancio di 15 morti. Lo riferiscono oggi l'agenzia di stampa Pajhwok e la stessa Isaf.

Obiettivo dell'azione degli insorti è stata la sede del Gruppo di ricostruzione provinciale (Prt) che si trova a qualche chilometro da Ghazni City, sulla statale che collega Kabul a Kandahar, davanti al cui ingresso è stata fatta esplodere un'autobomba che ha permesso l'incursione di un commando armato all'interno del compound.

L'operazione degli insorti, cominciata all'inizio del pomeriggio, è durata almeno quattro ore, il tempo impiegato dalle forze di sicurezza per riprendere il controllo della situazione.

Al termine, il governatore provinciale Musa Khan Akbarzada ha fornito un bilancio di 14 morti, fra cui sette kamikaze, tre agenti di polizia e quattro civili, mentre da parte sua un portavoce dell'Isaf ha confermato oggi la morte di un soldato straniero, che altre fonti hanno specificato essere americano.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS