Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È salito a sette poliziotti uccisi il bilancio delle vittime dell'attacco suicida di stamane al consolato del Pakistan a Jalalabad, nella provincia afghana orientale di Nangarhar. Lo riferiscono i media locali.

L'azione si è conclusa dopo uno scontro di quattro ore con le forze afghane in cui sono stati feriti diversi civili, tra cui un dipendente della sede diplomatica pachistana.

Un commando di almeno tre militanti, tra cui un kamikaze che si è fatto esplodere, ha fatto irruzione all'apertura degli uffici. Dopo la prima esplosione causata dall'attentatore suicida, gli insorti sono entrati in un edificio nelle vicinanze. Nessun gruppo ha rivendicato l'assalto.

Intanto il Pakistan ha condannato l'attacco e in un comunicato ufficiale ha chiesto a Kabul "di indagare sull'incidente e di punire i responsabili". Nella nota si precisa che lo staff della rappresentanza diplomatica è salvo, a parte un dipendente che "è stato leggermente ferito da una scheggia di vetro".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS