Navigation

Afghanistan: attentato a Kabul, rivendicazione talebani

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 febbraio 2011 - 16:25
(Keystone-ATS)

I talebani hanno rivendicato l'attacco realizzato oggi nel centro di Kabul assicurando di avere attaccato "un posto di sicurezza del nemico" e di avere causato "un numero imprecisato di morti e feriti".

Uno dei portavoce degli insorti, Zabihullah Mujahid, ha indicato che "uno degli eroici mujaheddin provenienti dalla provincia di Badakhshan" si è avvicinato ed ha realizzato un attacco suicida contro posti di sicurezza nel quartiere di Shahr-i-Now.

Subito dopo, ha aggiunto, "altri tre mujaheddin di nome Hameedullah, Janat Gul e Alam Gul, guidati da un altro mujaheddin, hanno organizzato un attacco con armi leggere e pesanti aprendo il fuoco contro i soldati nemici dispiegati nel posto di controllo".

Fonti ufficiali hanno però indicato che l'attentato ha causato la morte di due o tre guardie di sicurezza, oltre a quella del kamikaze, ed il ferimento di altre due.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo