Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Sono aumentate nel 2010 le vittime civili delle forze americane e della NATO in Afghanistan, nonostante gli sforzi per limitare questo tipo di incidenti durante la guerra contro i talebani.
Il ministero della difesa americano ha rivelato che i militari della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (ISAF) hanno ucciso 90 civili dall'inizio dell'anno, con un aumento del 76% rispetto alle 51 vittime dello stesso periodo del 2009.
Il presidente americano Barack Obama ha riconosciuto ieri che le truppe statunitensi in Afghanistan "possono aver commesso errori" ed ha assicurato che i soldati stanno facendo il possibile per evitare di uccidere "chi non si trova sul campo di battaglia".

SDA-ATS