Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Human Rights Watch (HRW) ha manifestato oggi "grande preoccupazione" per le notizie trapelate di uno scambio realizzato dal governo in Afghanistan fra 22 bimbi, figli di militanti dell'Uzbekistan, e ostaggi sciiti sequestrati dalla guerriglia uzbeka.

L'organizzazione umanitaria HRW ha chiesto alle autorità afghane di fare piena luce sull'accaduto, mentre parlamentari e attivisti sociali hanno definito l'operazione "una grossolana violazione dei diritti dei bambini".

Riferendosi alla vicenda, Tolo Tv ha sostenuto che i 22 piccoli coinvolti nello scambio sono figli di combattenti uzbeki presi in carico dal governo afghano in assenza dei loro genitori. Dopo settimane di negoziati segreti, il gruppo di bambini è stato consegnato ai militanti uzbeki che avevano rapito mesi fa 31 passeggeri di etnia hazara e religione sciita da un autobus in transito sulla statale fra Kabul e Kandahar.

Lo stesso presidente afghano Ashraf Ghani ha fatto riferimento alla vicenda indicando che "alcuni bimbi erano con la Direzione nazionale della sicurezza (Nds, servizi segreti), ospitati in specifici foyer". "Non avevano nessuno che si occupava di loro - ha aggiunto Ghani - e le trattative hanno dato loro una strada per il futuro".

Ma la parlamentare Shahla Fareed ha dichiarato che "non importa da dove provenivano e a chi appartenevano, siccome sono bambini vulnerabili avrebbero dovuto essere protetti qui come è dovere di uno Stato islamico".

Da parte sua Naqeebullah Fayeq, presidente della Commissione parlamentare per i giovani, ha manifestato preoccupazione per il fatto che questi bambini potrebbero essere trasformati in terroristi". "I loro genitori sono spesso morti come kamikaze - ha sottolineato - ed ora i loro compagni potrebbero trasferirli in campi di addestramento per il terrorismo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS