Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - I talebani afghani escludono di negoziare con il presidente Hamid Karzai o con qualunque straniero "fino a quando forze straniere saranno in Afghanistan": lo dice la Bbc, che ha inviato delle domande al portavoce riconosciuto dei talebani ricevendone in risposta una dichiarazione scritta.
Questo il testo dei talebani, riportato da Bbc: "Noi non vogliamo parlare con chicchessia - non a Karzai, né a qualunque straniero - finché le forze straniere non si saranno ritirate dall'Afghanistan. Noi siano certi di star vincendo. Perché allora dovremmo trattare se stiamo avendo la meglio, se le truppe straniere stanno pensando di ritirarsi e ci sono differenze nelle file dei nostri nemici?"
Il messaggio del portavoce Zabiullah Mujahedd, scrive la Bbc, ha toni duri, è "intransigente, quasi sprezzante": i talebani, scrive l'emittente britannica, sono convinti di star vincendo la guerra e "non vedono per quale motivo dovrebbero aiutare la Nato" trattando. I talebani "ritengono, forse a torto, che gli americani siano scombussolati dal licenziamento del comandante Nato, gen. Stanley McChrystal, la scorsa settimana, e pensano che qualunque ipotesi di avviare negoziati con essi sia un segno della debolezza della stesa Nato", scrive ancora il sito di Bbc.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS