Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Orrore in Afghanistan: sei bambini, di cui quattro di sesso femminile, sono rimasti uccisi oggi nell'esplosione di un ordigno artigianale nella instabile provincia meridionale di Helmand, secondo fonti ufficiali citate da al-Jazira sul suo sito internet. I piccoli, tutti di età compresa fra i sette e i dodici anni, si stavano rifornendo di acqua ad un fiume durante un matrimonio, ha precisato il portavoce dell'amministrazione provinciale Omar Zwak, che ha puntato il dito contro i talebani.

"Potrebbero essere stati proprio i talebani ad avere fatto scoppiare la bomba - ha detto - che volevano colpire elementi governativi presenti al matrimonio, ma hanno ucciso invece dei bambini innocenti".

Ad usare questo tipo di ordigni sono soprattutto i talebani che mirano a colpire forze afghane e della Nato, ma spesso i civili, e anche i bambini, rimangono vittime di questi attacchi.

Secondo statistiche delle Nazioni Unite, la percentuale dei civili morti in questo tipo di attacchi è aumentata del 24% nella prima metà dell'anno rispetto al 2012.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS