KABUL - Quasi tre tonnellate fra oppio e eroina sono stati intercettate e distrutte da uomini della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf) della Nato nella provincia di Kandahar, nel sud dell'Afghanistan.
I soldati, si legge in un comunicato dell'Isaf, hanno "bloccato un camion sospetto, che conteneva 2.400 chili di oppio grezzo, 450 chili di pasta d'oppio, 23 chili di eroina e diverse armi da fuoco e munizioni", che sono stati distrutti. Due persone sono state arrestate.
La provincia di Kandahar oltre a essere una roccaforte dell'insurrezione dei Talebani, è anche un bastione della coltivazione e del traffico di oppiacei.
Kandahar e la provincia vicina di Helmand producono il 92% dell'oppio mondiale, che alimenta il mercato planetario del'eroina, per un valore stimato nel 2009 di 2,8 miliardi di dollari. Il traffico di droga è considerato una delle principali fonti di finanziamento della guerriglia talebana.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.