Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 16 persone sono morte e un numero imprecisato sono rimaste bloccate per una esplosione avvenuta oggi nella galleria di una miniera di carbone nella provincia settentrionale afghana di Samangan. Lo scrive l'agenzia di stampa Pajhwok.

Secondo la testimonianza di un residente della zona, la deflagrazione è avvenuta verso le 10.00 nella miniera che si trova non lontano dal villaggio di Mardahana Tor, nel distretto di Dar-i-Sauf Bala.

L'esplosione, si è inoltre appreso, ha fatto crollare la galleria bloccando un numero imprecisato di minatori. Per loro, ha detto il capo della polizia provinciale, generale Mohammad Akram Bekzad, è in corso un'operazione di salvataggio che comunque deve fare i conti con la scarsità di mezzi meccanici esistenti nella zona. Non è chiaro quanti minatori manchino all'appello. Secondo alcune fonti sono tre, ma per la Pajhwok sono fino a 25.

Infine il governatore della provincia di Samangan, Khyrullah Anush, ha riferito ai media che gli scavi erano diretti da Fatuhallah Kabalai, che dopo lo scoppio si è dato alla fuga ed è attivamente ricercato.

SDA-ATS