Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Onu ha deciso oggi, per ragioni non comunicate ufficialmente, di evacuare 25 persone del suo staff da Maimana, capoluogo della provincia settentrionale afghana di Faryab. Lo scrive l'agenzia di stampa Pajwok.

Il governatore ad interim della provincia, Abdul Satar Barez, ha precisato che si tratta di quasi tutto lo staff delle Nazioni Unite presente in Faryab, di cui facevano parte anche membri della Missione in Afghanistan (Unama) e dell'Alto Commissariato dell'Onu per i rifugiati (Unhcr).

La questione dell'improvviso trasferimento di questi membri da Maimana a Mazar-i-Sharif in Balkh, ha aggiunto, è stata segnalata al governo ed ai responsabili del Consiglio per la sicurezza nazionale a Kabul.

Barez ha poi indicato che in passato vi sono stati alcuni attacchi da parte dei talebani ma che la situazione della sicurezza in città non è preoccupante perché il centro abitato è protetto da una rete di agenti e soldati e nuovi rinforzi sono attesi da Kabul.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS