Navigation

Afghanistan: fine missione contingente Olanda

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 agosto 2010 - 18:32
(Keystone-ATS)

KABUL - I soldati olandesi hanno passato oggi le consegne alle forze americane ed australiane della provincia afghana di Uruzgan di cui hanno avuto la responsabilità per quattro anni, segnando l'inizio del loro ritiro, il primo di un paese che ha un consistente contingente nel paese.
La cerimonia di passaggio è avvenuta a Kamp Holland, la loro base principale. "Le forze olandesi si sono distinte a Uruzgan e gli rendiamo omaggio per il sacrificio loro e dei loro colleghi afghani", ha detto il comandante Joel Harper a nome della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf).
L'Olanda è in Afghanistan dall'agosto 2006 con circa 1.950 soldati principalmente nella provincia di Uruzgan. La Nato aveva chiesto che la loro missione fosse prorogata fino all'agosto del prossimo anno, ma il 20 febbraio è caduto il governo ed è stato deciso di non rinnovare la missione. In totale sono morti 24 soldati olandesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.