Navigation

Afghanistan: Merkel scettica su ritiro truppe nel 2014

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 marzo 2012 - 11:08
(Keystone-ATS)

La cancelliera tedesca Angela Merkel si è detta scettica sul ritiro delle truppe tedesche dall'Afghanistan entro il 2014. La situazione attuale non permette di dire che "possiamo ritirarci oggi. E non possiamo neanche dire che ci riusciremo entro il 2013-14", ha dichiarato in visita a Masar-i-Sharif, citata dall'agenzia Dpa.

"La volontà c'è, vogliamo riuscirci e ci stiamo lavorando", ha aggiunto Merkel nella sua prima visita da dicembre 2010 in Afghanistan dove sono schierati 4'900 soldati tedeschi.

Secondo la cancelliera, il processo di riconciliazione politica nel Paese, soprattutto con i talebani, ha registrato qualche progresso ma non ancora al punto di poter ritirare le truppe dell'Isaf, la forza Nato in Afghanistan. Merkel ha quindi invitato il governo afghano ad accelerare questo processo.

Merkel ha anche avuto un colloquio telefonico con il presidente afghano Hamid Karzai al quale ha espresso le proprie condoglianze per la morte di 16 civili uccisi ieri da un soldato americano nella provincia di Kandahar.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?