Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro indiano Narendra Modi ed il presidente afghano Ashraf Sharif hanno inaugurato oggi a Kabul il nuovo Parlamento afghano, finanziato e costruito dall'India.

Il premier indiano, che visita per la prima volta l'Afghanistan, ha fatto scalo nella capitale afghana al ritorno da una visita ufficiale in Russia.

Accompagnati dai presidenti della Camera (Wolesi Jirga) e del Senato (Meshrano Jirga), ed in un quadro di forti misure di sicurezza, Modi e Ghani hanno visitato il complesso dei cinque blocchi in cui è diviso l'edificio del Parlamento, i cui lavori sono cominciati nel 2009 e sono costati 90 milioni di dollari.

Tawab Ghorzang, portavoce delle Forze di sicurezza nazionali afghane, ha detto all'ANSA che l'India, oltre a finanziare il nuovo Parlamento ha anche consegnato a Kabul tre elicotteri da attacco Mi-25 mentre un quarto arriverà prossimamente.

Narendra Modi, nel suo discorso inaugurale del nuovo Parlamento afghano, ha rivolto un appello ai Paesi della regione a collaborare per arrivare alla pace in Afghanistan. "India, Pakistan, Iran e altre Nazioni - ha detto il premier indiano - devono unirsi e cooperare per raggiungere l'obiettivo della pace in Afghanistan".

È necessario - ha aggiunto - "riuscire a eliminare coloro che stimolano e finanziano il terrorismo. Solo allora si potrà costruire un Afghanistan forte e stabile". Rivolgendosi poi senza nominarli ai talebani, Modi ha detto che "coloro che cercano il potere attraverso le armi e hanno distrutto molte famiglie, dovrebbero manifestarsi ed ottenere potere attraverso il voto per costruire la loro Patria".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS