Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ospedale di Medici senza Frontiere (Msf) a Kunduz City "è fuori uso", "non ci sono più né pazienti né nostri membri al suo interno", ma "parte del nostro staff è restato in città per controllare la struttura e rispondere alle necessità mediche della popolazione.

Lo ha appreso l'agenzia di stampa italiana ANSA da fonti di Msf in Afghanistan.

Correggendo notizie stampa riguardanti un abbandono di Kunduz City da parte di tutto lo staff di Msf, una responsabile ha indicato che "l'ospedale è stato gravemente danneggiato e non è più operativo".

Tutti i pazienti in condizioni critiche, ha aggiunto, "sono stati trasferiti in altre strutture sanitarie e nessun membro dello staff di Msf lavora più nel nostro ospedale. Parte del nostro personale medico è andato a lavorare in due ospedali dove alcuni dei feriti sono stati trasferiti".

Altri membri dello staff, ha ancora detto la responsabile, "sono stati evacuati dalla città mentre altri sono rimasti a Kunduz City per controllare la struttura e rispondere alle necessità mediche della popolazione non appena le condizioni della sicurezza lo permetteranno".(

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS