Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Missione dell'Onu in Afghanistan (Unama) ha manifestato nuovamente preoccupazione per le numerose accuse di violazione dei diritti umani da parte della Polizia locale afghana (Alp), organismo diverso dalla polizia nazionale, creato e finanziato su base etnica con il contributo degli Stati Uniti. Lo scrive oggi il quotidiano online Khaama Press.

Al riguardo il portavoce dell'Unama, Nilab Mubarez, ha confermato che la sua organizzazione "ha ricevuto nuove lamentele riguardanti il comportamento della Alp" ed ha sollecitatomil governo ad "esercitare una stretta supervisione sul reclutamento degli elementi di questa forza locale".

Secondo Mubarez le denunce di irregolarità da parte della Alp sono più numerose nelle province settentrionali del Paese. La creazione di una polizia su base etnica per contrastare a livello locale gli insorti è stata promossa dagli Stati Uniti e realizzata dal governo afghano sulla base di una simile esperienza sviluppata in Iraq che è stata considerata positiva dalla Nato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS