Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I detenuti in rivolta di un carcere della provincia settentrionale afghana di Jowzjan hanno ucciso tre membri della polizia, fra cui il vice capo della sicurezza. Lo riferisce la tv 1TvNews. L'emittente ha pure aggiunto che negli scontri avvenuti a Shebrghan, il capoluogo provinciale, anche un detenuto è rimasto ucciso, mentre sono rimasti feriti cinque agenti e dieci detenuti.

Il capo della polizia provinciale di Jowzjan, Faqir Mohammad Jowzjani, ha riferito a Tolo Tv che la rivolta è scoppiata durante un'ispezione di routine nelle celle alla ricerca di materiale illegale in possesso dei detenuti.

Secondo questa fonte, gli incidenti sono stati provocati dalla voce diffusasi di un imminente trasferimento di alcuni dei carcerati nella prigione di Pul-e-Charqi a Kabul.

"Uno dei membri della sicurezza - ha concluso Jowzjani - è stato bruciato vivo dai rivoltosi".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS