Tutte le notizie in breve

Disordini fra manifestanti di opposizione e polizia hanno causato ieri sera vicino al palazzo presidenziale di Kabul la morte di almeno una persona ed il ferimento di altre otto.

Fonti giornalistiche hanno indicato che gli incidenti sono avvenuti intorno alla mezzanotte quando gli agenti, per ordine del governo, hanno cercato di smantellare un accampamento organizzato da partiti di opposizione che esigevano le dimissioni del presidente Ashraf Ghani e del premier Abdullah Abdullah.

Bilal Sarway, noto giornalista, ha segnalato sul suo account Twitter, citando una fonte della polizia, che una bomba a mano è stata lanciata dai manifestanti quando ufficiali della forza si sono avvicinati per chiedere la rimozione delle tende collocate due settimane fa.

D'altra parte uno degli animatori della protesta, Fahim Fetrat, ha twittato che "la polizia sta sparando sui dimostranti ed usa gas lacrimogeni". Lo stesso Fetrat ha poi postato la foto del cadavere di un uomo con la didascalia: "Ijazulhaq morto per spari ad alzo zero da parte degli agenti".

Alla fine, hanno constatato i media, le tende sono state rimosse e i manifestanti hanno abbandonato la zona che ora è presidiata dalla polizia.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve