Navigation

Afghanistan: sindaco Kandahar ucciso da kamikaze

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2011 - 09:45
(Keystone-ATS)

Il sindaco di Kandahar, città nel sud dell'Afganistan, è stato ucciso in un attentato suicida. Lo ha riferito il capo della polizia della provincia, Abdul Raziq.

Il sindaco Ghulam Haidar Hameedi si trovava in municipio con alcuni amministratori e, secondo una prima ricostruzione dell'attentato, un kamikaze ha innescato l'esplosivo che nascondeva nel suo turbante. Lo scoppio, oltre al sindaco, ha ucciso altre persone, il cui numero rimane imprecisato.

Immediatamente dopo l'attentato, militari afghani e della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf, sotto comando Nato) hanno preso posizione nella zona isolandola.

Hameedi è la seconda personalità afghana uccisa a Kandahar City in pochi giorni. Il 12 agosto scorso, infatti, i talebani avevano ucciso il fratellastro del presidente Hamid Karzai, Ahmad Wali Karzai, considerato l"'uomo forte" della provincia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?