Navigation

Afghanistan: uccisi 6 di 28 sminatori rapiti, 4 i decapitati

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 luglio 2011 - 09:24
(Keystone-ATS)

Quattro sminatori afghani dei 28 rapiti il 6 luglio nel distretto di Balaboluk sono stati decapitati dai militanti talebani nella provincia di Farah ieri sera, secondo fonti della sicurezza afghana. Altri due sarebbero stati uccisi nelle ultime ore.

Il capo della sicurezza della provincia di Farah, Muhammad Ghous Malyar, ha detto all'ANSA: "Quattro sminatori sono stati decapitati ieri sera dai talebani. Inoltre, secondo le ultime informazioni acquisite ne sarebbero stati uccisi altri due nelle ultime ore".

Stando a quanto riferito da fonti della sicurezza, gli sminatori lavoravano per la Dafa, un'agenzia che si occupa appunto di ripulire le aree dalle mine. I corpi delle quattro vittime sono stati trovati ieri sera. Intanto proseguono le ricerche per trovare gli altri sminatori rapiti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?