Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

KABUL - Una ventina di talebani afghani hanno attaccato oggi con armi automatiche e bombe il centro di Kabul, ingaggiando scontri a fuoco con le forze di sicurezza afghane appoggiate da uomini della Nato.
Un primo bilancio dell'offensiva che per due ore ha seminato il terrore nella zona di massima sicurezza della capitale afghana è di dieci morti (sette i talebani) ed una quarantina di feriti.
Immediata la rivendicazione degli stessi talebani che per bocca di un loro portavoce, Zabihullah Mujahid, hanno reso noto che "attentatori suicidi sono entrati nella città di Kabul e che sono arrivati molto vicini al palazzo presidenziale".
Gli insorti, appoggiati da un lancio di razzi da una collina circostante, hanno attaccato alle 9 locali vari ministeri ed edifici governativi, effettivamente a pochi metri dalla residenza di Karzai, e si sono asserragliati poi all'interno del Gulbahar, uno dei principali centri commerciali cittadini.
Da oltre un anno la capitale non subiva una aggressione di queste dimensioni, avvenuta nel giorno in cui il presidente si apprestava, dopo la sconfitta in Parlamento di ieri, a far giurare appena 14 dei 25 ministri del suo futuro governo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS