Navigation

Africa: H. Clinton, attenti a nuovo colonialismo Cina

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 giugno 2011 - 13:27
(Keystone-ATS)

L'Africa deve stare attenta al "nuovo colonialismo" della Cina, che rafforza i suoi legami lì, e deve invece concentrarsi su partner in grado di aiutarla a costruire capacità economica sul continente.

Clinton, alla domanda in una intervista televisiva in Zambia sulla crescente influenza della Cina nel continente, ha detto che gli africani devono essere diffidenti verso amici che trattano solo con le élite.

"Non vogliamo vedere un nuovo colonialismo in Africa", ha detto Clinton in tv a Lusaka, prima tappa di una visita di cinque giorni in Africa -. Quando la gente viene in Africa per fare investimenti, vogliamo che facciano bene, ma vogliamo anche che facciano cose buone. Non vogliamo che minino il buon governo in Africa".

Clinton ha detto che gli stati africani possono imparare molto dall'Asia su come i governi possono aiutare a sostenere la crescita economica, ma ha aggiunto di non vedere Pechino come un modello politico.

"Stiamo cominciando a vedere molti problemi" in Cina, che aumenteranno nei prossimi dieci anni, ha detto Clinton, indicando ad esempio gli sforzi cinesi per controllare internet. "Ci sono più cose da imparare dagli Stati Uniti e dalle democrazie", ha concluso Clinton.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo