Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nuove frontiere.

KEYSTONE/EPA/NIC BOTHMA

(sda-ats)

Le case automobilistiche scommettono sull'Africa quale nuovo snodo per la produzione mondiale.

Con un parco circolante previsto in crescita del 50% nel 2040 (90 milioni di veicoli contro i 59 milioni di oggi), il Continente è infatti sempre più al centro dell'attenzione dei principali produttori mondiali. Volkswagen, Renault, Peugeot, Hyundai e Toyota, spiega il Wall Street Journal, hanno investito miliardi negli ultimi anni, attratti da prospettive di crescita che i mercati più maturi non offrono più. Le vendite negli Stati Uniti, in Cina ed Europa stanno infatti calando dopo una decade eccezionale.

Il nuovo hub produttivo mondiale dell'auto, destinato principalmente a soddisfare la domanda locale, potrebbe diventare il modello per le compagnie che intendono ripensare la loro catena di distribuzione mentre le barriere commerciali crescono nel mondo, spronate dalla politiche del presidente americano Trump.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS