Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un portoghese di 36 anni è stato arrestato nel canton Argovia per aver ucciso due cani, affogandoli nel fiume Aare. Gli animali, di circa 3 e 7 anni, erano stati legati con un guinzaglio e appesantiti con una sbarra di ferro.

Devono aver subito una atroce morte per annegamento, ha indicato oggi la polizia cantonale.

L'allarme è stato dato sabato alle 14.10: le carcasse senza vita dei cani sono state notate nel corso d'acqua ad Aarburg, a circa tre metri dalla riva. La polizia giunta sul posto a sua volta ha fatto intervenire i pompieri per il recupero.

Le indagini hanno permesso di risalire rapidamente al proprietario dei cani, una donna. La stessa sera in manette è finito il marito, un 36enne residente della regione. Le circostanze esatte del delitto non sono ancora note.

La procura ha aperto un procedimento penale per maltrattamento di animali, un reato punito con una pena detentiva sino a tre anni o con una pena pecuniaria. Il ministero pubblico ha fatto sapere che chiederà al giudice dei provvedimenti coercitivi di decidere il carcere preventivo per l'indagato.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS