Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia argoviese ha arrestato una donna che a inizio mese era stata all'origine di due allarmi bomba presso altrettanti negozi Coop della città di Aarau.

La donna, che ha problemi psichici e che beneficia di un sostegno psicologico, si trova in detenzione preventiva.

Nei suoi confronti è stata avviato un procedimento penale per pubblica intimidazione e coazione, ha indicato la procura argoviese confermando una notizia diffusa dalla radio SRF.

La donna aveva telefonato il 10 maggio annunciando la presenza di un ordigno alla Coop della stazione di Aarau. La polizia aveva proceduto all'evacuazione del punto vendita e di parte della stazione, ma i controlli non avevano portato alla luce nulla di anormale. Il giorno prima la stessa persona aveva fatto scattare un allarme simile per un'altra Coop.

Le indagini hanno invece permesso di stabilire in modo definitivo che la donna non è collegata agli allarmi bomba che hanno interessato l'8 maggio le amministrazioni di Baden, Wettingen, Neuenhof e Spreitenbach, tutte località argoviesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS