Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Canton Argovia non deve pagare per le tende dell'esercito in cui alloggerà richiedenti l'asilo. Il Dipartimento federale della difesa (DDPS) ha confermato oggi all'ats una notizia della "NZZ am Sonntag", secondo cui è stata accolta una richiesta in tal senso.

Non verrà messo in conto nemmeno il lavoro dei soldati, ha dichiarato il portavoce del DDPS Renato Kalbermatten. Complessivamente i costi vengono stimati a "diverse centinaia di migliaia di franchi".

Dopo aver ricevuto l'offerta, il Cantone aveva inoltrato una richiesta di esenzione del pagamento dei costi. Il Segretariato generale del DDPS vi ha dato seguito: l'Ordinanza concernente l'appoggio a favore di attività civili e di attività fuori del servizio mediante mezzi militari lo permette in casi straordinari.

Aarau riceverà comunque una fattura dell'esercito per il vitto e l'alloggio delle truppe e per la benzina utilizzata per "determinati trasporti". Kalbermatten non ha saputo indicare a quanto ammonteranno tali spese.

Il canton Argovia intende ospitare nei prossimi mesi 140 richiedenti l'asilo in tredici tende dell'esercito. Assieme a impianti sanitari e cucine esse saranno installate ad Aarau, Buchs e Villmergen. I primi profughi dovrebbero arrivarvi già la prossima settimana.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS