Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia aveva dovuto cercare per giorni il responsabile dell'incidente.

KEYSTONE/URS FLUEELER

(sda-ats)

Il tribunale distrettuale di Zofingen (AG) ha condannato oggi un camionista austriaco di 46 anni che nel marzo 2015 nella stessa località argoviese aveva investito e ucciso con il suo autoarticolato una 79enne sulle strisce pedonali.

La motrice aveva trascinato la vittima per 500 metri.

La corte ha riconosciuto colpevole l'imputato di omicidio colposo, violazione delle regole della circolazione stradale e ripetuta violazione delle norme sui tempi di lavoro e di riposo. Il tribunale ha inflitto una pena di 100 aliquote giornaliere di 100 franchi, sospese con la condizionale, più 300 franchi di multa. L'accusa aveva chiesto 300 aliquote di 110 franchi e 2000 franchi di multa.

Il corpo senza vita della donna era stato scoperto verso le 10.00 di da automobilisti che transitavano nella zona, nei pressi di un passaggio a livello nel vicino comune di Oftringen (AG). Dai primi accertamenti era emerso che la vittima era stata investita a mezzo chilometro di distanza.

Gli inquirenti erano riusciti a risalire al veicolo investitore, un mezzo pesante con targhe della Svizzera orientale, sulla base di immagini di videosorveglianza e delle segnalazioni fornite da testimoni. Alla polizia il camionista aveva detto di non essersi accordo dell'incidente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS