Navigation

AG: governo per abbandono del nucleare

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 giugno 2011 - 18:09
(Keystone-ATS)

Il governo argoviese appoggia la decisione del Consiglio federale di uscire dal nucleare: il cantone, sul cui territorio si trovano 3 dei 5 reattori attivi in Svizzera (Beznau 1+2 e Leibstadt), vuole puntare sulle tecnologie pulite e spera in un aiuto della Confederazione.

Argovia vuole contribuire attivamente al cambiamento di politica in materia energetica, ha indicato oggi l'esecutivo cantonale. La Svizzera deve assicurare il proprio approvvigionamento a lungo termine, basandosi su tecnologie accettate dalla maggioranza della popolazione.

Finora il governo argoviese (1 PLR, 1 UDC, 1 PPD, 1 PS et 1 verde) aveva sempre sostenuto l'energia nucleare, ma è chiaro che dopo la catastrofe di Fukushima, in Giappone, la popolazione non accetterà la costruzione di nuove centrali atomiche. Il governo tuttavia è contrario a una legge che vieta il nucleare, in quanto una nuova generazione dei centrali potrebbe presto essere disponibile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.