Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'arma confiscata al cittadino polacco.

Corpo delle guardie di confine della regione di Basilea

(sda-ats)

Un polacco di 29 anni ricercato in Germania per truffe è stato fermato qualche giorno fa dalle guardie di confine mentre cercava di entrare in Svizzera dal valico autostradale di Rheinfelden (AG).

L'uomo si trovava a bordo di un'auto guidata da un concittadino 27enne, nella quale è stata trovata anche una pistola a gas carica.

L'indiziato è stato consegnato alle autorità tedesche, informa un comunicato odierno del Corpo delle guardie di confine (Cgcf) della regione di Basilea. A cercarlo erano ben tre diversi Ministeri pubblici.

L'arma, nascosta sotto un sedile, è risultata essere di proprietà del conducente. In uno zaino sono inoltre stati rinvenuti un contenitore con munizioni calibro 4,5 e altri accessori per la pistola. Il 27enne ha dovuto pagare sul posto una multa a quattro cifre ed è stato denunciato per contravvenzione alla legge svizzera sulle armi. La pistola e le munizioni sono state confiscate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS