Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

AARAU - Niente lezioni facoltative di "felicità" per gli allievi delle scuole secondarie e professionali del canton Argovia. Il parlamento cantonale ha respinto oggi con 89 voti contro 24, al termine di un dibattito alquanto filosofico, una mozione in tal senso.
Presentata lo scorso mese di gennaio da tre deputati dei Verdi, la mozione ha avuto una certa eco. I suoi promotori hanno preso lo spunto da un esperienza in corso in un liceo di Heidelberg, in Germania, dove da due anni agli allievi vengono proposte lezioni facoltative su argomenti come "il piacere della vita" o "il piacere delle proprie prestazioni".
Gli studenti che hanno seguito questi corsi hanno dato prova di una maggiore motivazione all'apprendimento, una maggiore competenza sociale, più soddisfazione e sicurezza di sé, avevano sottolineato e tre deputati.
Il governo argoviese ha respinto la richiesta, sostenendo che non c'è nessuna necessità di insegnare la felicità. Una posizione sposata oggi anche dalla maggioranza dei deputati, per i quali i docenti sono comunque tenuti ad insegnare gli aspetti positivi della vita. Il PS è stato il partito che ha espresso il maggior numero di voti in favore della proposta dei Verdi.

SDA-ATS