Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Più di 4000 monete di epoca romana, realizzate intorno all'anno 295 dopo Cristo, sono state ritrovate a Ueken (AG), nella Fricktal. Un contadino ha scoperto le prime monete in un foro praticato nel terreno da una talpa, in un campo con una una piantagione di ciliegi.

Il contadino ha avvisato il servizio archeologico cantonale, che ha messo al sicuro la zona e in settembre ha iniziato gli scavi. "Quello che abbiamo trovato nei primi tre giorni ha superato qualsiasi aspettativa", afferma l'archeologo cantonale Georg Matter.

Gli archeologi hanno continuato gli scavi fino agli inizi di novembre: su una superficie di pochi metri quadrati sono state trovate 4166 monete, per un peso complessivo di 15 chilogrammi. Si tratta di pezzi in bronzo con il 5% di argento, molto ben conservate. Alcune si trovavano in sacchetti di stoffa o in pelle.

L'ottimo stato di conservazione fa pensare che le monete siano state seppellite poco dopo essere state coniate. Il loro valore doveva corrispondere all'epoca al salario di uno o due anni di lavoro, precisa l'archeologo.

I reperti sono per legge di proprietà del pubblico. Saranno esposti al pubblico al Museo Vindonissa di Brugg (AG), dedicato all'omonimo campo legionario romano.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS