Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una bomba a mano della Prima guerra mondiale, considerata ormai innocua, è stata ritrovata in una fornitura di patate provenienti dalla Francia che è arrivata due settimane fa allo stabilimento Zweifel Chips di Spreitenbach (AG).

Un portavoce della polizia cantonale argoviese ha confermato una notizia in tal senso pubblicata oggi dalla "Aargauer Zeitung". Il corpo estraneo è stato scoperto da un dipendente durante la cernita delle patate.

I responsabili dell'azienda hanno subito informato la polizia cantonale. L'ordigno è stato esaminato dagli esperti dell'Istituto forense di Zurigo, i quali hanno escluso potesse rappresentare un pericolo.

La raccolta delle patate è un processo automatizzato che viene eseguito con grandi macchine, ha detto al quotidiano argoviese il direttore di Zweifel Chips, Mathias Adank. È quindi abbastanza frequente che in mezzo ai tuberi si possano trovare sassi o altri corpi estranei.

L'azienda lavora ogni anno 20'000 tonnellate di patate che sono coltivate per il 97% in Svizzera, ha aggiunto Adank. La produzione annua di chips è di quasi 6300 tonnellate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS