Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A Zurigo, sono salite a undici le denunce inoltrate da giovani donne che dicono di aver subito furti e aggressioni a margine dei festeggiamenti di Capodanno.

Il Ministero pubblico zurighese, che ha aperto un'inchiesta contro ignoti per coazione e molestie sessuali, non esclude che ci possano essere altri casi. Nessuno dei presunti autori è stato finora fermato.

Le undici donne - di età compresa tra i 14 e i 27 anni - che si sono fatte avanti hanno raccontato di essere state derubate e, in alcuni casi, anche molestate sessualmente da gruppi di uomini di carnagione scura. Secondo la polizia cittadina, le donne sono state palpeggiate "sopra i vestiti" mentre si trovavano nella folla.

Tali segnalazioni sono arrivate agli inquirenti durante le indagini relative ai borseggi - in tutto "circa due dozzine" - registrati la notte di San Silvestro nella zona del lungolago, dove secondo gli organizzatori circa 120'000 persone si erano riunite per seguire i fuochi d'artificio.

Le denunce ricordano le numerose aggressioni registrate la notte di San Silvestro in diverse città tedesche, e in particolare a Colonia. Il procuratore incaricato del dossier, Daniel Kloiber, ha invitato chi avesse subito violenze ed avesse finora esitato a sporgere denuncia a farsi avanti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS