Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Agosto da incorniciare per turismo elvetico, male il Ticino (foto d'archivio)

Keystone/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Mese di agosto da incorniciare per il turismo elvetico: stando ai dati odierni diffusi dall'Ufficio federale di statistica (UST), nel mese in rassegna i pernottamenti sono saliti del 4,7% su un anno, con un incremento tanto degli ospiti svizzeri che stranieri.

In controtendenza il Ticino, con una flessione del 5,2% (battuto solo dal Giura con un -11,8%). I Grigioni in linea invece con la tendenza globale (+4,3%).

In totale, per il mese sotto esame sono stati totalizzati 4,47 milioni di pernottamenti. L'incremento è marcato anche per i primi otto mesi rispetto allo stesso periodo del 2017: +3,8%.

Per quanto riguarda il Ticino, nei primi otto mesi (gennaio-agosto) si è registrata una flessione del 6,6% (la contrazione più importante tra i Cantoni), mentre per i Grigioni si è assistito a una progressione del 5,1%.

L'UST registra un aumento dei pernottamenti senza discontinuità dal marzo 2017. Il relativo indebolimento del franco svizzero rispetto all'euro è stato un invito a nozze per i viaggiatori del Vecchio continente.

In agosto, sono stati particolarmente numerosi i visitatori provenienti dalla Germania, dai paesi del Golfo e dagli Stati Uniti. Buona presenza anche di Cinesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS