Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per garantire solidità al settore agricolo è necessario produrre in maniera sostenibile. L'istituto Agroscope ha sviluppato un apposito modello di valutazione della aziende del settore basato su criteri ambientali, economici e sociali.

Potrà essere di aiuto ai contadini e alle associazioni che li rappresentano.

Per quanto riguarda i criteri ambientali si è tenuto conto dell'uso efficiente delle risorse, del clima, degli elementi nutritivi, dell'ecotossicità, della qualità del suolo e della biodiversità, precisa un comunicato.

La sostenibilità economica di un'azienda viene calcolata facilmente in base alla redditività, alle liquidità e alla stabilità. Queste cifre servono a valutare la situazione economica a corto e lungo termine e a descrivere le aziende con una forte intensità di capitale e manodopera.

La dimensione sociale, l'aspetto finora meno studiato, dipende da tre componenti: il benessere umano, la qualità estetica del paesaggio e il benessere animale. Questi due ultimi fattori sono i più difficili da stimare visto che il benessere di un animale dipende da numerose condizioni, dalla libertà di movimento all'assenza di dolore. Per quanto riguarda la "bellezza" del paesaggio, Agroscope si basa su un'inchiesta rappresentativa della popolazione svizzera.

Il progetto è ancora in fase di test. Per quattro anni Agroscope applicherà questo sistema di valutazione ad alcune aziende del marchio IP-Suisse. Anche la Migros sarà coinvolta. Solo dopo la fase di prova il metodo potrà essere messo in pratica su larga scala, ha spiegato Gérard Gaillard, collaboratore di Agroscope.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS