Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Svizzera, Bulgaria e Romania hanno firmato oggi gli accordi bilaterali che precisano le modalità della cooperazione finanziata con i 257 milioni di franchi che Berna destina ai due Paesi nel quadro del proprio contributo all'allargamento dell'Unione europea (Ue). I primi progetti dovrebbero essere avviati dalla fine di quest'anno.
Alla cerimonia di sottoscrizione, tenuta a Berna, hanno partecipato per la Svizzera la presidente della Confederazione Doris Leuthard e la consigliera federale a capo della diplomazia Micheline Calmy-Rey; per la Bulgaria il ministro responsabile della gestione dei fondi Ue Tomislav Donchev; e per la Romania il ministro degli esteri Theodor Baconschi.
Gli accordi bilaterali prevedono progetti per 181 milioni di franchi in Romania e per 76 milioni in Bulgaria, versati a tappe fino al 2019. Stabiliscono i principi della cooperazione e definiscono gli ambiti di attività e lo svolgimento. Secondo i testi, la Confederazione si attiverà nei settori in cui Bulgaria e Romania presentano un fabbisogno di recupero maggiore prendendo "misure adeguate contro gli abusi e la corruzione".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS