Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I cantoni di origine non dovrebbero essere chiamati a sostenere finanziariamente i loro cittadini in stato di bisogno domiciliati in altri cantoni. Il Consiglio degli Stati ha accettato oggi con 19 voti e 5 astensioni un'iniziativa parlamentare di Philipp Stähelin (PPD/TG) a favore di una revisione della pertinente legge federale, ritenuta anacronistica.

Da oltre un secolo i cantoni, per quel che concerne l'aiuto sociale, sono passati dal principio del luogo di attinenza a quello di domicilio. I cittadini hanno infatti un legame meno stretto che in passato con il loro cantone di origine; quest'ultimo ha però l'obbligo di pagare l'aiuto sociale nei due anni che seguono il trasferimento in un nuovo cantone.

Il dossier va al Nazionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS