Quattordici francesi si stanno addestrando nei campi di al Qaida "con un centinaio di altri europei" nella zona fra Pakistan e Afghanistan e potrebbero rientrare in Europa per compiere attentati: lo affermano note della Direzione centrale dell'informazione interna (Dcri, controspionaggio), citate questa mattina dal quotidiano Le Figaro.

Secondo le informazioni, "la presenza di 14 francesi è stata segnalata nel 2010" in quella zona e "diversi di questi combattenti hanno acquisito un'esperienza e una legittimità che consente loro di attirare nuove reclute".

Le note del controspionaggio francese aggiungono che molti di questi europei "nutrono spesso motivi di risentimento personale nei confronti dei loro paesi" e sono pronti "ad impegnarsi in azioni terroristiche".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.