Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Cominciano oggi le Giornate cinematografiche di Soletta, il festival più importante per il cinema svizzero. La 50esima edizione sarà aperta stasera dal consigliere federale Alain Berset. Per una settimana la cittadina sull'Aare diventa la capitale del settore: è prevista la proiezione di numerosi lungometraggi, cortometraggi e documentari, ma non mancheranno anche dibattiti e altri eventi.

Fra i numerosi ospiti sono attesi anche cineasti che hanno marcato la prima edizione, quella del 1966. I film in concorso si batteranno per vari riconoscimenti: i più importanti sono il premio ufficiale della manifestazione (Prix de Soleure), dotato di 60'000 franchi, e per il premio del pubblico (Prix du Public), che permette di staccare un assegno di 20'000 franchi.

A Soletta si discuterà peraltro anche di argomenti di stretta attualità che coinvolgono realtà al di fuori dei confini nazionale. In ricordo delle vittime della strage di "Charlie Hebdo" verrà infatti proiettato il documentario "Caricaturistes - Fantassins de la démocratie" (Caricaturisti: soldati della democrazia) della regista francese Stéphanie Valloatto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS