Il funerale del patron del Leicester City, Vichai Srivaddhanaprabha, morto in un incidente di elicottero, è iniziato in un tempio di Bangkok. Il lavaggio del corpo in rigoroso rito buddhista è stato il primo atto di un cerimoniale che durerà un'intera settimana.

Litanie e preghiere in onore del quinto uomo più ricco della Thailandia si protrarranno fino a venerdì 9 novembre. Alla prima processione funebre hanno partecipato, oltre ai familiari, guardie reali thailandesi in alta uniforme e monaci, mentre sono in arrivo i giocatori al completo del club calcistico inglese di sua proprietà.

Vichai, 60 anni, che da piccolo commerciante è divenuto nel tempo proprietario, fra l'altro, della catena di duty free King Power, è deceduto il 27 ottobre, insieme ad altre quattro persone, fra le quali due suoi collaboratori, nello schianto del suo elicottero fuori dallo stadio di Leicester ribattezzato, in suo onore, King Power Stadium.

La monarchia thailandese ha fatto sentire la sua presenza sulle solenni esequie, nel tempio storico Wat Thepsirin, con il dono di un'urna ottagonale per le ceneri dopo la cremazione, che avverrà 100 giorni dopo la fine dei funerali.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.