Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier socialista albanese Edi Rama.

KEYSTONE/AP/HEKTOR PUSTINA

(sda-ats)

Il premier socialista Edi Rama si riconferma alla guida dell'Albania e si avvia verso una grande vittoria che gli permetterebbe di controllare da solo la maggioranza del parlamento, dopo le elezioni politiche svoltesi ieri.

Quando sono state scrutinate circa il 40 per cento delle schede, il suo Partito socialista risulta aver ottenuto circa il 52% dei consensi, 10 punti in più rispetto alle politiche del 2013, lasciando a distanza il Partito democratico, principale forza di opposizione guidata da Lulzim Basha, che invece avrebbe perso oltre 1 punto, scendendo al 29%.

In crescita di 4,5 punti percentuali, riconfermandosi al terzo posto, il Movimento socialista per l'Integrazione, Lsi, principale alleato di governo di Rama fino a poche settimane fa. In aumento di circa 2 punti anche il Partito per la Giustizia, Integrazione ed Unita', Pdiu.

In Albania il sistema elettorale é proporzionale regionale. Ed in base ai risultati dei singoli 12 collegi elettorali, il Ps di Rama avrebbe ottenuto 75 dei 140 seggi di cui è composto il parlamento albanese, 10 in più rispetto alla legislatura passata. Solo 42 seggi al posto dei 49 nell'attuale assemblea nazionale, per il PD. Il Lsi invece avrebbe ottenuto 4 seggi in più salendo ad un totale di 20. Al Pdiu invece andrebbero 2 seggi. Solo 1 seggio per il Partito socialdemocratico. Se il processo dello spoglio delle schede andrà avanti senza intoppi, il risultato finale potrebbe arrivare già questa sera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS