Navigation

Alcol adulterato come antidoto al coronavirus, 27 morti

La situazione è grave in Iran. KEYSTONE/AP/Vahid Salemi sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2020 - 14:00
(Keystone-ATS)

È salito ad almeno 27 morti il bilancio della tragedia scatenata in Iran da bufale che hanno indotto molte persone a bere alcol adulterato pensando che potesse annullare l' coronavirus (Covid-19).

Lo riporta l'agenzia Isna, che riferisce di altre 218 persone sono ricoverate in ospedale in gravi condizioni. Il bilancio peggiore nella città di Ahvaz, vicino al confine con l'Iraq, con 20 vittime. Ieri si era appreso della morte di almeno 7 persone.

Altri 7 sono morti a Karaj, a nord-ovest di Teheran.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.